Chiamaci subito

081 711 61 18

Bus: quando l’autista è donna!

Non c’è niente di peggio di un pregiudizio e le donne lo sanno bene. Uno dei peggiori che riguarda proprio il genere femminile nel mondo del lavoro è il fatto che esse al volante siano dei pericoli.

Fortunatamente questa non è altro  che una diceria,che prevede nelle donne una guida distratta e spericolata.Ma questo come abbiamo già sottolineato è solo un lontano ricordo. Eh si perchè sempre più spesso alla guida di bus sia turistici che quelli pubblici troviamo le donne che si distinguono sempre per professionalità e senso del lavoro.

Guidano meglio gli uomini o le donne?

Secondo una ricerca di Direct Line, quando sono alla guida le signore hanno un livello di attenzione e di prudenza più alto rispetto a quello dei colleghi maschi. E soprattutto provocano il 15% in meno dei sinistri. Insomma una bella notizia, non credete!

Un’altra  ricerca fatta  della Apco Insight, società internazionale di consulenza, commissionata da Goodyear Dunlop Europe e condotta su un totale di 3.500 automobilisti in Belgio, Francia, Germania, Italia, Polonia, Spagna e Gran Bretagna, ha rivelato risultati veramente  sorprendenti, e cioè  quella di una minore predisposizione da parte delle  donne ad adottare comportamenti scorretti alla guida e soprattutto a rispettare i limiti di velocità rispetto agli uomini. Alla domanda dunque guidano meglio gli uomini o le donne pare proprio che le donne abbiano vinto questa sfida.

I limiti di un lavoro

Certo lavorare come autista di un bus non è mai qualcosa di semplice, e per le donne le cose si complicano se si  tiene presente di alcuni limiti  che questo  lavoro comporta. Uno per esempio è quello della turnistica. Lavorare sino a tarda notte,essere soggetti a turni stressanti, specie per chi ha una famiglia, non è certo una cosa per tutte, per non parlare  poi del rischio dei tragitti di notte per una donna è sempre molto pericoloso. Eppure la passione per questo lavoro, il desiderio di indipendenza, di viaggiare, di conoscere nuove persone e nuovi luoghi,  sono sentimenti molto più forti dei limiti di questo lavoro ed è per questo motivo  che le donne continuano  a guidare i bus, nonostante tutto.

In Italia, le donne che lavorano sulle quattro ruote sono davvero tante.Se il settore privato è ancora in predominanza al maschile, per i trasporti pubblici la rivoluzione degli ultimi tempi sta portando ad un aumento radicale delle donne al volante e questo non può che essere un grande successo per una società che sempre più si batte per l’uguaglianza dei diritti sul lavoro.

 

Tags :
Blog
Condividi:
Richiedi un preventivo

Chiamaci o contattaci e richiedi subito un preventivo.